Se svegliarti presto ti sembra terribile quanto lo è spararsi ad un piede…ti meraviglierai di quanti invece saltano giù dal letto subito dopo aver sentito la sveglia.

Cosa fanno per essere di buon umore? Da dove vengono i loro superpoteri da amanti del mattino?

Sappiamo tutti quanto sia bello rimanere sotto il piumone mentre fuori piove… personalmente lo considero uno tra i massimi piaceri della vita.

Diciamocelo: non tutti nasciamo con l’innata indole mattiniera. E’ tutto scritto nel patrimonio genetico: la società di Mountain View “23andMe” sostenuta da Google, dopo un’analisi realizzata sul Dna di un campione di 89.283 persone precedentemente intervistate, ha individuato ben 15 varianti genetiche associate al fatto di essere un “gufo” o un’“allodola”. Dalle risposte raccolte dalla 23andMe emerge inoltre che la maggioranza delle persone (circa il 60%) appartiene alla categoria dei gufi, anche se qualcuno si è dichiarato neutrale rispetto alla mattina (e sembra impossibile).

E se aprire subito le finestre per far entrare luce o allenarsi subito dopo essere scesi dal letto non ha dato il suo frutto, ecco qui una lista di cose che potrebbe rendere tutto più semplice.

Potrebbe non esser semplice, ma ne vale la pena: le ricerche dimostrano che le persone attive già di prima mattina sono più felici e raggianti degli animali notturni. C’è ancora speranza!

COSE DA FARE AL MATTINO PER ESSERE FELICI

Impegnati a cercare il tuo Io mattiniero, è più facile di quanto sembri.

Svegliati, adesso!

Vai a letto presto e al mattino abbandona l’idea di schiacciare il tasto della sveglia rimandandola. Regolarizza il tuo orologio biologico con costanza: andando a letto prima ti verrà naturale aprire prima gli occhi. Se proprio non ti va puoi cercare un materasso e dei cuscini più comodi, il profumo delle lenzuola pulite risveglierà in te quel piacere che abbandoni dopo aver messo il primo piede giù dal letto.
Studi dimostrano inoltre che, prolungando di molte ore la veglia, diminuisca effettivamente la produttività. Secondo una ricerca condotta dalla Regus Business Survey, circa due quinti di manager, professionisti e impiegati (45% a livello globale) raggiungono la massima produttività e riescono a gestire una considerevole parte del lavoro al mattino presto. Sebbene in Italia il 35% dichiara di essere maggiormente produttivo nelle prime ore del mattino, la percentuale registrata nel nostro paese è sensibilmente inferiore alla media globale e anche rispetto ai principali paesi europei (Spagna 50%, Francia 44%, Germania 39%, Regno Unito 49%); mentre il 48% degli italiani è ancora legato al tradizionale orario d’ufficio 9-17.
Gli orari dove la maggioranza dei rispondenti si ritiene meno produttiva viene indicata in tarda serata (Italia 15%) e durante la notte (Italia 2%).

Conosci il tuo ciclo del sonno

Grazie all’utilizzo di appositi dispositivi, adesso è possibile monitorare il nostro ciclo del sonno.
In un articolo pubblicato dal quotidiano The Guardian, lo specialista psicologo Micheal Breus sostiene che le app di monitoraggio del sonno stimolino la curiosità degli utenti a tal punto da chiedersi “com’è il mio sonno?”. Il che è fantastico, se solo non fosse che i dati raccolti non forniscono una diagnosi definitiva.
La giusta dose di sonno per ciascuno è intuibile proprio quando non impostiamo una sveglia.
Io, per esempio, ho scoperto di poter aprire gli occhi alle 5.00 del mattino ed essere sull’attenti, nonostante questo svegliarmi alle 7.00 resta una tortura.

Trova la sveglia più adatta a te

Essere svegliato da un suono robotico o da una sveglia meccanica a tutto volume non è mai piacevole. Imposta un suono energico e divertente che possa trasmetterti vibrazioni positive.
Può sembrare un piccolo cambiamento ma può fare una grande differenza nel modo in cui la tua giornata comincia.



Imposta una playlist personalizzata

Pensa al ritmo che vuoi dare alle prossime ore, goditi il mattino che hai sognato!
C’è chi preferisce una compilation dinamica e chi crogiolarsi a letto con canzoni dolci. Hai bisogno di qualcosa che ti carichi o di qualcosa di più rilassante per affrontare una situazione stressante?
Pure, azienda leader nella produzione di radio digitali, ha condotto un’indagine a livello europeo il cui scopo è scoprire differenze e similitudini nelle abitudini “di risveglio” degli europei.
Il sondaggio è stato condotto in Francia, Italia, Germania, Norvegia e Danimarca, e ha coinvolto un campione di circa 2.000 consumatori di età compresa tra i 25 – 35 anni. Si scopre, così, che francesi (57%) e inglesi (56%) preferiscono svegliarsi con un sottofondo musicale, mentre danesi (63%) e tedeschi (60%) prediligono il tradizionale suono della sveglia. In Italia, il 51% degli intervistati dichiara di svegliarsi ascoltando una canzone. Il genere preferito per l’ascolto mattutino da parte degli europei è il pop, con l’unica eccezione della Norvegia, dove si preferisce iniziare la giornata con della musica rock.
In Italia la musica pop è la sveglia per il 35% della popolazione, seguita dalla musica rock (29%).
Secondo una ricerca condotta da Spotify con lo psicologo della musica David M. Greenberg, la miglior canzone con cui svegliarsi è “Viva la Vida” dei Coldplay. Vi chiederete perché, immagino. La loro scelta è stata determinata da una serie di “ingredienti” musicali che una canzone dovrebbe avere per farti scendere dal letto.

Catapultati subito sotto una doccia fredda

La doccia calda è più rilassante. Le docce fredde ti aiuteranno a svegliarti perché il freddo rilascia adrenalina, un ormone energizzante rilasciato dalle ghiandole surrenali che migliora la circolazione rinvigorendo il corpo.

Prepara una sana colazione e bevi molta acqua

A questo punto dovresti avere abbastanza tempo per addentare una soffice brioche: preparati qualcosa di sano ma gustoso e mangia tutto con calma, godendo di ogni singolo sapore. Bere la mattina appena sveglio ti aiuta a disintossicare il tuo organismo e a predisporre il corpo ad iniziare la giornata nel migliore dei modi.
Secondo l’indagine Doxa “Io comincio bene” commissionata da Aidepi (Associazione Italiana industrie della pasta e del dolce) in Italia è diminuito il numero di quanti fanno colazione: dal 92% si è scesi all’86%.

Le ragioni sono sempre le stesse:

  • stomaco chiuso (50%)
  • si preferisce mangiare qualcosa a metà mattina (47%, in crescita rispetto al 41% del 2004)
  • non si ha tempo (34%)
  • si preferisce fare un pranzo più abbondante (37%)

Trova la tua motivazione personale e coinvolgi il tuo cervello

Trova qualcosa di cui essere entusiasta. E’ molto più facile alzarsi avendo ben chiaro il tuo obiettivo giornaliero.
Tenere impegnata la mente coinvolge diverse aree del cervello – tra cui la corteccia visiva, uditiva e motoria – funziona come un vero e proprio allenamento!

Dormi responsabilmente

Dormire e svegliarsi riposati è una delle cose più appaganti della vita e di certo non avviene per miracolo. Nonostante per alcuni elementi ci sia una naturale predisposizione biologica, per gli altri occorrono caratteristiche ambientali ben precise. Per caratteristiche ambientali intendiamo qualsiasi elemento esterno al proprio corpo, ossia:

  • temperatura ottimale;
  • illuminazione regolabile;
  • spazio;
  • ricambio di aria;
  • supporto corretto su cui adagiarsi.

Materassi Nardelli è molto attenta a dare supporto al riposo, infatti studia i propri materassi, reti e letti per ottimizzare al massimo il sonno. I materassi accolgono il corpo con supporti calibrati nelle diverse zone per distribuire i carichi e aumentare al massimo la capacità di ristoro per un risveglio da leoni, ogni mattina.


Chiedi un appuntamento o assistenza

Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.
La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.
Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.
CHIAMACI!

Chiedi un appuntamento o assistenza


Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.

La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.

Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.

CHIAMACI!