Nel zanzaraday ricordiamo alcuni rimedi contro le fastidiose punture di zanzara e perchè viene addirittura dedicato un giorno a questi animali non proprio simpatici. Il 20 agosto 2020 si celebra la giornata per ricordare che questo animaletto fastidioso, che rende insonni tante notti, è responsabile di novecentotrentamila morti l’anno in quanto portatore del 17% delle malattie infettive. L’Istituto Superiore di Sanità ci ricorda che questa giornata è stata istituita soprattutto dalle Organizzazioni Non Governative per la lotta contro la malaria, malattia che da sola è responsabile di ben quattrocentomila morti l’anno e la cui diffusione coinvolge attivamente proprio le zanzare. La scoperta di questo coinvolgimento è valsa ad un Medico Inglese, Sir Ronald Ross, il premio Nobel per la Medicina nel 1902.

Perché le zanzare pungono

La natura della zanzara è quella di pungere altri esseri viventi attraverso un affilato pungiglione chiamato proboscide, di prelevare sangue e iniettare una sostanza anticoagulante per evitare che il pungiglione rimanga bloccato dalle piastrine responsabili della cicatrizzazione. Questa sostanza, che altro non è che la propria saliva, è anche urticante, ed è la causa del fastidioso prurito che segue la puntura.
Le zanzare prelevano sangue da altri esseri come nutriente necessario alla riproduzione della specie. Si stima infatti che ogni zanzara deponga una media di 3000 uova l’anno in zone umide e con punti in cui l’acqua ristagna abitualmente, come recipienti aperti, superfici concave e sottovasi.

Come evitare le punture di zanzara nel mosquitoday - 20 agosto

 

Come evitare le punture di zanzara nel mosquito day

Stabilito che questi insetti possono essere pericolosi in zone del mondo molto umide e con servizi igienici carenti, cerchiamo di capire come limitare il fastidio di essere svegliati nel sonno da una puntura di zanzara.
“Mi ha punto una zanzara”. Quante volte l’abbiamo detto in piena notte dopo aver sentito un forte prurito, una vescicola o un arrossamento sulla pelle? Ebbene questi sono i sintomi comuni della puntura di zanzara. Queste infatti sono attirate essenzialmente da tre fattori: luce, anidride carbonica e secrezioni corporee, per cui è necessario eliminare fonti luminose come schermi del computer, TV o luci accese, limitare al massimo l’assunzione di bevande alcooliche o dotarsi di zanzariere qualora si dorma con le finestre aperte. Si, perché è l’anidride carbonica prodotta dal nostro respiro ad essere maggiormente avvertita dalle zanzare. In mancanza di zanzariere l’alternativa è dormire con le finestre chiuse ed utilizzare il climatizzatore per rinfrescare gli ambienti. Altri rimedi per attirare meno le zanzare sono:
– Vestirsi con indumenti chiari; evitare quindi vestiti blu o neri
– Usare lenzuola pulite; preferire lavaggi con acqua ben calda per abbattere la carica batterica
– Coltivare piante repellenti per le zanzare, come la citronella

 

Cosa attira le zanzare

Le zanzare sono attirate anche dalle secrezioni corporee come il sudore, che varia nella sua composizione dalla quantità di colesterolo, etanolo, ammoniaca, acido lattico e carica batterica. Questo mix di sostanze ha anche un fortissimo potere attrattivo verso le nostre “care” zanzare. E’ fondamentale pertanto limitare questo “banchetto” così invitante. Come? Abbiamo accennato allo spegnere ogni fonte luminosa, al non bere alcoolici e al dotarsi di zanzariere, ma queste soluzioni non evitano al 100% di essere comunque raggiunti e punti. Per diminuire l’attrazione verso le zanzare è necessario sicuramente agire sulle cause non volontarie, come quella di secernere sudore. Per fare ciò sarà necessario vestirsi adeguatamente comodi e leggeri e dotarsi di un materasso traspirante, che non surriscaldi la superficie del corpo durante il riposo e consenta il corretto e rapido smaltimento della naturale umidità emessa dalla pelle.
Noi della Materassi Nardelli offriamo materassi all’avanguardia tecnologica, quindi eccellenti nella traspirazione e nell’igiene, poiché la struttura a celle aperte del massello e i filamenti di argento presenti nel rivestimento consentono di mantenere il corpo durante il riposo nelle condizioni migliori riducendo al minimo sudore e batteri, quindi contribuendo ad eliminare quei fattori che rendono il nostro corpo appetibile alle punture di zanzara. Contattaci e chiedi una consulenza gratuita che ti illustri meglio e dal vivo le proprietà dei nostri prodotti e in quale modo contribuiscono attivamente al miglioramento della qualità della vita.
Buon riposo da Materassi Nardelli

 

Chiedi un appuntamento o assistenza

 


Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.CHIAMACI!

Chiedi un appuntamento o assistenza

Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.
La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.
Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.
CHIAMACI!

 

Ci hai chiamato? Perfetto, nel frattempo dai ancora uno sguardo agli altri nostri materassi in memory foam presenti nel nostro catalogo online.