La primavera sta arrivando. Yeaaah!

L’inverno 2019 è stato rigido e la voglia di sole e vita all’aria aperta è quanto mai alta, infatti il passaggio dall’inverno alla primavera si manifesta con l’equinozio. Questo termine deriva dal latino “equinotium” e indica un intervallo di tempo compreso solitamente tra il 19 e il 21 marzo in cui l’orbita terrestre incrocia l’equatore celeste, determinando l’equivalersi della durata del giorno e della notte. Temperature in rialzo, luce fino alle 18 e piante in fiore sono le variazioni più evidenti che la primavera porta con sé, quelle secondarie, più soggettive e meno lampanti sono allergie e voglia di dormire. Come detto, le allergie sono portate dalla fioritura e dai pollini emessi dalla maggior parte delle piante e la spossatezza dal tepore e dal senso tipico di agiatezza e rilassatezza che porta la stagione primaverile. Quindi come accogliere questi effetti collaterali? Sicuramente riconoscendoli e assicurandosi che il corpo possa seguire e adeguarsi al ciclo naturale, quindi dare possibilità al fisico di dar luogo alle sue naturali tendenze ad adeguarsi alle variazioni di luce e temperatura. Dormire in un luogo idoneo, con un letto ergonomico e confortevole è il migliore modo per accompagnare la nuova stagione e reagire in accordo con il proprio ritmo biologico.


Chiedi un appuntamento o assistenza

Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.
La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.
Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.
CHIAMACI!

Chiedi un appuntamento o assistenza


Il nostro servizio clienti è aperto dal lunedì al venerdì.

La mattina dalle ore 9:00 alle 13:00.

Il pomeriggio dalle ore 14:30 alle 18:00.

CHIAMACI!